Cristian Salvatori agli arresti domiciliari

È tornato a casa il giovane nursino che nel luglio del 2018 uccise con un pugno uccise l’amico Emanuele Tiberi
Norcia

È tornato a casa Cristian Salvatori il ragazzo di Norcia che con un pugno uccise l’amico Emanuele Tiberi, 29 anni nel luglio del 2018 all’esterno della Vineria di Norcia e venne condannato a cinque anni e 4 mesi di reclusione e tornò in carcere dopo la revoca della disponibilità della comunità ad accoglierlo.
Ora Cristian Salvatori è tornato a casa, agli arresti domiciliari. Lo ha deciso il tribunale di Perugia, in funzioni di appello (presidente Giuseppe Narducci), al quale avevano presentato ricorso gli avvocati di Salvatori, Francesco Crisi e David Brunelli.
A distanza di settimane i giudici hanno sciolto la riserva e il giovane nursino è uscito dal carcere di Rimini dove era detenuto dal 10 dicembre scorso, dopo il no alla revoca del giudice di Spoleto.