Smoggati e inceneriti?

Il decreto del Governo sarebbe pronto. 9 (invece di 12) nuovi inceneritori, uno dei quali toccherebbe all' Umbria
Umbria

Di Ciuenlai – Sono in arrivo misure “antismog” . Secondo indiscrezioni di stampa sarebbe pronto un decreto del Governo per la costruzione di 9 nuovi inceneritori di rifiuti.

Si lo so, secondo il vostro modo di pensare e di ragionare questo aumenta le polveri sottili, ma non secondo il metodo di propaganda del Governo.  Per loro  le diminuisce. Come? Nel precedente decreto gli inceneritori erano 12, adesso sarebbero 9, tre in meno e non nove in più.  E' come per la crescita è meno delle previsioni, ma è più dell'anno scorso. Attenti perchè se non vi torna siete gufi.

Purtroppo quello dell'Umbria rimane (sede probabile Perugia. Se è così stavolta il Sindaco, dopo la dormita su infrastrutture ferroviarie e viarie, avrà qualcosa da dire?). E allora abbiamo tre domande per i nostri amministratori regionali, che, per la verità si sono sempre formalmente opposti alla proposta dell'esecutivo Renzi. Allora chiediamo a Marini e soci :

1) Di contrastare fermamente il piano del Governo qualora fosse presentato in sede di Conferenza delle Regioni;

2) Di evitare la “furbata” di non accettare l'inceneritore, ma di concordare l'aumento del conferimento dei rifiuti, dirottandoli verso i “bruciatori” esistenti (Terni?);

3) Di non approfittare di un “ce lo chiede il Governo” per resuscitare l'idea di incenerire” gli incrementi nei nostri cementifici (Gubbio e Spoleto?);

Insomma non vorremmo essere “cornuti e bastonati”, pardon “smoggati e inceneriti” più di quello che già siamo adesso.