'Sorsi Solidali' il Grechetto-Berit quarto miglior vino

l'etichetta dela cantina dell'Istituto Agrario premiata alla V edizione del concorso enologico
Todi

Affermazione per la produzione viti-vinicola tuderte con il vino Berit 2018, prodotto dalla Cantina dell’Istiituto Agrario con le uve Grechetto si è classificato al quarto posto assoluto alla quinta edizione del concorso enologico internazionale “Sorsi Solidali” riservato ai vini prodotti nell’ambito dell’agricoltura sociale e verrà premiato a fine settembre, nella sedicesima edizione di “Gusti di Frontiera” a Gorizia.

Il riconoscimento valorizza il vitigno autoctono per eccellenza, il Grechetto, intorno al quale ruota una realtà economico-produttiva costituita da una quindicina di cantine, con oltre 500 ettari di vigneti e 1,5 milioni di bottiglie vendute, riunite nell’associazione “Todi Terra di Vini”.

Il Grechetto-Berit è una produzione limitata ad un migliaio di bottiglie ottenuta da uve selezionate a mano nei vigneti di Spagliagrano, di proprietà dell’Istituto Diocesano di Orvieto-Todi. La vinificazione è curata nella cantina sperimentale dell’Istituto Agrario, mettendo in atto tutti i procedimenti e i controlli disposti dal canone per i vini destinati alle celebrazioni liturgiche.

“Sorsi Solidali” è promosso dal Consorzio “Il Mosaico” per elevare il sistema delle opportunità positive a disposizione delle persone e in particolare di quelle svantaggiate, mettendo in campo una serie di attività che si propongono di realizzare contesti di autentica economia sociale, capaci di coniugare qualità del prodotto con percorsi stabili e reali di inserimento lavorativo. Nell’ambito di questi percorsi è nato il progetto del concorso orientato al coinvolgimento di persone in condizioni di svantaggio per la produzione di un vino solidale.