Treofan: 142 lavoratori confidano nell'aiuto del Governo

In programma nuovo tavolo al Mise
Terni

Mancano solo 44 giorni prima che la procedura di liquidazione prevista per la Treofan di Terni scada. I 142 lavoratori, dopo aver ricevuto la lettera di licenziamento collettivo, continuano a sperare negli aiuti governativi, mentre i sindacati sono ancora impegnati nella lotta per far ritornare sui propri passi la multinazionale Jindal, intenzionata a chiudere lo stabilimento del polo chimico della Polimer.

Stando a quanto affermato dal ministro Di Maio, presente alla recente, un prossimo incontro si terrà al Mise lunedì 28 dicembre. Il tavolo servirà a spingere la multinazionale indiana a vendere entro l'8 febbraio.

Non sono mancati i pensieri di vicinanza ai lavoratori della Treofan. Anche Monsignor Piemontese, nella giornata di 22 martedì 22 dicembre, ha incontrato i dipendenti.

"La comunità cristiana della Diocesi avverte la gravità di questa situazione - aveva in quell'occasione affermato il vescovo di Terni - e paventa conseguenze umane e sociali dolorosissime per famiglie, uomini, donne e bambini di tutta la popolazione ternana".

"Speriamo - ha aggiunto il presule - che si possano ancora trovare soluzioni che abbiano come priorità le persone, che hanno contribuito negli anni allo sviluppo e al prestigio dell'azienda e della chimica in questo territorio. Spero che si possa quanto meno aprire un dialogo costruttivo tra le parti interessate che favorisca l'avvicinamento delle posizioni".