Orvieto Fc, crescita al Torneo delle Regioni

Seghetta ne è certo: "Un'esperienza che farà maturare i ragazzi"
Orvieto

Il Torneo delle Regioni è da sempre l’appuntamento principe del calcio a 5 dilettantistico nazionale, e anche quest’anno, l’Umbria ha potuto contare su un numero gruppo di ragazzi e ragazze dell’Orvieto FC che hanno rappresentato la regione in Basilicata. A guidare la delegazione orvietana, c’era Egisto Seghetta, che ha preso parte alla quarta manifestazione consecutiva come allenatore in seconda della squadra Under 19, con lui c’erano anche Stefano Cupello, come allenatore in seconda dell’Under 17, e Alice Cochi come fisioterapista. “L’esperienza – dice mister Egisto Seghetta – non è stata fortunata per la nostra regione, con tre delle quattro squadre eliminate ai gironi, alcune meritatamente, altre giocandosela fino alla fine, solo gli Under 15 sono andati avanti fino ai quarti di finale”.

Un’esperienza, che al di là del risultato, segnerà comunque la crescita degli atleti orvietani…

“Tra tutti, quelli che hanno avuto più minutaggio sono stati sicuramente Flamini e Tedeschini, entrambi sono partiti con qualche difficoltà nel primo match con la Basilicata, ma dalla seconda partita in poi si è vista la loro voglia di non mollare, di essere leader, e di spronare i compagni. Alla fine per loro è stato un buon rendimento in un girone davvero tosto, con loro c’erano anche Souihi e Ciambella, il primo, è un ragazzo molto intelligente e diligente, ed ha saputo calarsi nella realtà, il secondo è stato vittima, come il resto della squadra, dell’emozione dell’esordio, solo che essendo il portiere si è evidenziato un po’ più, ma nelle altre gare ha poi fatto le proprie parate”.

Due ragazzi anche nell’Under 17…

“Dove c’era anche mister Stefano Cupello nello staff tecnico, sempre impagabile all’interno e all’esterno del gruppo. Cavalloro e Pettinelli, il primo, che è andato anche il gol, ha preso consapevolezza del ruolo che avrà in questo sport. Pettinelli è in crescita, molto diligente, e anche lui come Cavalloro reciterà un ruolo importante nel futsal orvietano”.

Poi anche i due ragazzi convocati nell’Under 15…

“Su di loro è più difficile essere obiettivi, visto che Edoardo e Umberto sono i miei figli, ma devo dire che entrambi hanno vissuto una bella esperienza e che essere allenati da mister Federico Mariotti influirà sicuramente sulla loro crescita sportiva. Umberto provato da pivot è stato un po’ la sorpresa del Torneo dove ha dato una grossa mano, Edoardo, chiamato in causa in tutte le gare ha saputo tenere il campo nel minutaggio impegnato”.

Infine il Femminile…

“Avevamo solo Martina Antonelli, che probabilmente si aspettava qualcosa in più rispetto al minutaggio, ma in due gare si è rivelata sempre diligente e matura, nel primo match è entrata a freddo negli ultimi cinque minuti come portiere di movimento, e ha contribuito alla vittoria, nella seconda è stata impiegata in diversi momenti del match giocando sempre all’altezza”.

Infine un giudizio sulla propria esperienza…

“E’ stata la quarta all’interno dell’Under 19, e devo dire che ancora una volta abbiamo vissuto appieno l’esperienza e il grande rapporto con tutti i ragazzi, nonché con il primo allenatore e grande amico Stefano Massini. La nostra voglia di migliorarci ha fatto sì che soffrissimo più degli altri anni, ma alla fine è andata così, mi dispiace solo perché il gruppo ha subito troppo l’emotività”.

Intanto l’Orvieto ha conosciuto anche le regioni di appartenenza che dovrà affrontare per i play off nazionali con la propria Under 21, e saranno Marche e Veneto.