Calcio a 5, i ragazzi dell'Orvieto Fc chiamati al riscatto dopo lo stop di Gubbio

Venerdì sera al PalaPapini arriva l'ostico Ponte Pattoli
Orvieto

Si gioca con l’obiettivo di fare sempre meglio, e crescere gara dopo gara, con questo spirito l’Orvieto Fc sta andando avanti con le sue prime squadre, e se il futsal femminile, e il calcio a 11 maschile osserveranno un turno di riposo, venerdì l’attenzione sarà tutta focalizzata sul calcio a 5 maschile, che torna a giocare per la massima categoria di calcio a 5 regionale, dopo la sconfitta in casa della Vis Gubbio di sabato scorso. L’avversario, l’ostico Ponte Pattoli, arriverà al PalaPapini venerdì alle 21.30, ma partiamo dal match dello scorso week end, con la disamina di mister Andrea Bernardini…

“Dalla gara di Gubbio – commenta l’allenatore orvietano – ci sono sicuramente state indicazioni positive, rispetto alla gara di andata, da parte nostra c’è stata sicuramente una crescita a livello di gioco, coraggio e approccio, siamo passati da essere in balia dell’avversario a fare un primo tempo ottimo dove avremmo potuto fare altri due gol visto che ci siamo trovati in due occasioni 2 contro il portiere senza capitalizzare, considerando soprattutto che eravamo anche in vantaggio per 0-2. Poi come sempre la nostra soglia di attenzione ha degli sbalzi, in allenamento in primis, e di conseguenza in partita, il secondo tempo abbiamo mollato anche se sul 4-3 siamo stati pericolosi. Giocare quasi un’intera partita contro il portiere di movimento non è semplice, sicuramente chi legge il risultato penserà a un vero e proprio bombardamento, anche se chi conosce bene il futsal sa le dinamiche di questo schema. C’è sicuramente tanto da fare se vogliamo lottare fino in fondo alle partite, noi o all’inizio o alla fine regaliamo”.

Un periodo dove l’Orvieto Fc, dopo 11 risultati postivi consecutivi, sta alternando una vittoria e una sconfitta…

“Il momento che stiamo attraversando - continua Bernardini - è di facile lettura, 5 gare difficilissime dove all’andata abbiamo raccolto un punto senza mai essere in partita, al ritorno ne abbiamo fatti 6 ma anche nella sconfitta c’è stata una buona prestazione purtroppo solo in parte, e per stare lassù devi giocare 70 minuti non 30 come è successo a Gubbio, con l’Orte o contro Foligno”.

Venerdì, si diceva, arriva il Ponte Pattoli, che gara sarà?

“E’ un’altra partita da prendere con le molle, un avversario con soli 4 punti meno di noi, che sta disputando una grande stagione, all’andata abbiamo vinto, ma con fatica, ora cercheremo di ripeterci, anche perché in casa è ora di imporci con tutti, anche se arriveremo alla gara con assenze importanti”.

Come stanno vivendo i ragazzi questo momento?

“Lo spogliatoio spero che faccia quello che ho chiesto, ovvero giocare come se fossero 7 finali, senza guardare la classifica settimanalmente, i play off sono difficilmente raggiungibili, ma vogliamo onorare il campionato e piazzarci al quinto posto. Dobbiamo già guardare alla prossima stagione, con me o senza di me qualcosa dentro i giocatori deve rimanere, e sono sicuro che ce la metteranno tutta”.

Intanto, scenderanno sul parquet anche le compagini giovanili, se martedì i Giovanissimi hanno battuto 6-1 il Clt, sabato toccherà agli Allievi scendere sul campo di Giove, mentre domenica la Juniores sfiderà il Clt.