Inaugurato a Norcia il Terzo container per ospitare 40 famiglie al caldo

Ma i terremotati hanno paura di essere abbandonati dalle istituzioni
Norcia

Nel momento più critico da affrontare per i terremotati di Norcia a causa delle difficili condizioni climatiche - alle prese con la neve, il freddo, il forte vento ed il gelo ( negli ultimi giorni sono stati raggiunti i - 15 gradi )-, è stato inaugurato il terzo container collettivo .
Il container, realizzato grazie al contributo dell'esercito, è stato installato in meno di un mese, ospiterà oltre dieci famiglie e darà la possibilità ad una quarantina di persone di trascorrere l'inverno in una struttura al riparo dagli eventi atmosferici.
All'inaugurazione erano presenti soltanto il sindaco Nicola Alemanno e il colonnello Massimo Tuzza, comandante del sesto reggimento Genio pionieri.
L'operato dei militari del Genio continua nel territorio di Norcia "nella corsa contro il tempo" con la preparazione di altri due moduli collettivi, nei pressi dei tre già realizzati e di un'ulteriore area nella frazione di Popoli.
La consegna del container rappresenta una speranza in più a tutta la gente che ha paura di essere tradita e abbandonata dalle istituzioni, che pure stanno facendo il massimo per quanto possibile fare . 
Il Cardinale Bassetti, assieme al presule di Spoleto e Norcia, in una recente visita hanno esortato i terremotati ad avere fiducia e voglia di ricominciare.Il cardinale,rivolgendosi alle Istituzioni,  si è raccomandato di "fare presto a cominciare dalla realizzazione di casette e container sino a costruire case e scuole che possano consentire nell'immediato, alle persone che hanno scelto di restare qui, una sistemazione adeguata e per quanto possibile confortevole, perché - ha aggiunto  -questa gente va sostenuta in ogni istante".