Gubbio, dodici milioni per sviluppo e lavoro

Il Comitato tecnico della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato il via libera ai cospicui finanziamenti per la strategia
Gubbio

Il Comitato tecnico della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha approvato a livello nazionale la strategia dell’Area Interna Nord Est Umbria, che comprende 10 enti locali di cui Gubbio è capofila (oltre a quest’ultimo ci sono Pietralunga, Montone, Scheggia e Pascelupo, Costacciaro, Sigillo, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Nocera Umbra e Valfabbrica). Ciò significa che arriveranno 12 milioni, oltre ai 370 mila messi a disposizione dalla Regione Umbria, per l’organizzazione delle funzioni associate.

I finanziamenti incideranno su settori chiave: trasporti e mobilità, politiche del lavoro, ambiente, protezione civile, catasto, scuola e formazione, collegamenti infrastrutturali, sanità, valorizzazione delle peculiarità e dell’artigianato di tradizione, promozione turistico-culturale a livello nazionale ed internazionale.

“E’ una straordinaria opportunità politico-istituzionale di crescita, rilancio e valorizzazione, un salto di qualità per i territori interessati che si produrrà da qui ai prossimi anni – commenta il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati – in alcuni settori strategici per il mondo del lavoro, le forze sociali, le associazioni di categoria e le imprese”.

“Ora procederemo alla firma dell’Accordo di Programma Quadro – sottolinea Stirati – e si entrerà nel vivo dell’attuazione della strategia di area vasta, che consentirà una visione dei problemi su larga scala anche in relazione a Regioni limitrofe come le Marche. Questo consentirà di volgere in positivo le potenzialità di questi ‘mondi in credito’ come diceva Piovene, che devono recuperare marginalità e sviluppo, interpretando le necessità di rilancio e ripresa di territori in forte sofferenza economica e occupazionale”.