Coronavirus, slitta il Palio di Primavera del 2 giugno

Come da programma invece la disputa del Palio di San Michele Arcangelo del 25, 26 e 27 settembre 2020.
Gualdo Tadino

I Giochi de le Porte è quello del Palio di Primavera del prossimo 2 giugno verrà fatto slittare. Anche se ancora mancano due mesi, l’Ente Giochi ha deciso così. “L’attuale situazione di incertezza – dicono dalla sede di via Matteo Pittore – nonché il senso civico che ha da sempre contraddistinto il mondo dei Giochi, ci ha portato già da ora a decidere di disputare il Palio in una data successiva, tenendo conto di quella che sarà l’evoluzione della normativa nazionale, regionale e comunale. Stiamo valutando alcune soluzioni ma, logicamente, la situazione generale dell’emergenza Coronavirus non ci consente di scegliere date e soluzione certe“.
Come da programma invece la disputa del Palio di San Michele Arcangelo del 25, 26 e 27 settembre 2020.
La data dei Giochi de le Porte è quindi attualmente confermata anche se ci sarà da capire quelli che saranno gli strascichi dell’emergenza Covid-19 in tema di normative. 
Per quanto riguarda le manifestazioni collaterali ai Giochi, il loro svolgimento sarà definito in base all’evolversi della situazione. Obiettivo dell’Ente Giochi è quello di cercare di svolgerne quante più possibili.