Inglese trovato con oltre 10mila semi di canapa

Denunciato dalla Polizia, ma lui si dichiara un «collezionista»
Perugia

Gli agenti della Squadra Mobile hanno bussato alla sua porta per procedere ad una notifica nei suoi confronti ma quando l’uscio si è aperto ai poliziotti non è sfuggito l’intenso odore di hashish che proveniva dall’interno dell’abitazione.
Immediato il controllo nell’appartamento di Montelaguardia ove è domiciliato un cittadino inglese del ’93 che ha dato esito positivo: oltre a 3 telefoni cellulari ed alcuni foglietti manoscritti con annotate cifre e nominativi, gli agenti hanno trovato 5 barattoli contenenti complessivamente 11,92 gr. di hashish ed un panetto della medesima sostanza per 61,84 gr.

Oltre alla sostanza citata, in un contenitore in plastica erano custodite 182 provette ed una bustina di plastica contenenti complessivamente circa 10.000/12.000 semi di canapa di diverse specie. Rinvenuti altresì sacchetti di plastica e la somma di 2.375 euro in banconote di vario taglio ed un dispositivo disturbatore di frequenza in funzione al momento del controllo.

Alle domande degli agenti l’inglese dichiarava di essere un collezionista e di trattare via internet la compravendita di semi di canapa da collezione. Ma dagli accertamenti sono e mersi pregiudizi per stupefacenti che gli erano già valsi un arresto nel 2015 per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti.

Accompagnato in Questura e compiutamente identificato, l’uomo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.