Morto l'imprenditore perugino Massimo Calzoni

Stroncato da un malore a 67 anni nella sua tenuta di caccia
Perugia

Si è spento all'improvviso l'imprenditore perugino Massimo Calzoni. Colto da malore mentre era all’interno della tenuta di caccia. Dato l'allarme sono subito giunti sul posto gli operatori sanitari che hanno ripetutamente tentato di rianimare l’uomo, ma le manovre si sono rivelate vane. A causare il decesso un arresto cardiocircolatorio. Sul posto hanno operato anche vigili del fuoco, carabinieri e Soccorso alpino e speleologico dell’Umbria.
Presidente della Calzoni spa, importante azienda del settore delle costruzioni, aveva dedicato gran parte della vita, non solo alla sua impresa, ma anche al mondo associativo. Calzoni, 67 anni, a partire dal 2008, è stato a lungo presidente di Ance Perugia e, successivamente, di Ance Umbria, nonché vicepresidente di Confindustria Perugia.
 Il cordoglio della presidente Marini: «In tutti questi anni di guida della Regione ho avuto modo di conoscere Massimo Calzoni, sia nelle vesti di imprenditore, sia in quelle di presidente dell'Ance di Perugia e, successivamente, dell'Ance regionale. Ha guidato l'associazione delle imprese edili di Confindustria di Perugia e dell'Umbria in un periodo in cui il settore è stato interessato da una gravissima crisi e ricordo quanto questo tema sia stato al centro del suo appassionato impegno nel corso di questi anni». 
«La scomparsa del collega Calzoni rappresenta un grave lutto che ci coglie impreparati – commenta il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Perugia, Stefano Mancin – è una grande perdita per la famiglia, prima di tutto, e percoloro che hanno avuto la possibilità di conoscerlo e apprezzarne le doti umane e imprenditoriali – ricorda il presidente Mancini – persona di grande caratura, un uomo e collega pacato e attento alle questioni più importanti della città a cui ha fornito un contributo rilevante, sia come imprenditore che come presidente di Ance Perugia, di Ance Umbria e di Formedil, l’Ente nazionale per l’addestramento professionale».
Il cordoglio della redazione del quotidianodellumbria.it
I funerali  si svolgeranno martedi 13 alle ore 10 nel duomo di San Lorenzo.