Il contribuente contro il fisco in Umbria perde sempre

E non è un caso che nell'ultimo triennio le istanze in Commissione tributaria regionale sono crollate
Perugia

Infausta la lotta con il Fisco. Il cittadino perde sempre. Soprattutto se è di queste parti. Al 31 dicembre scorso solo due esiti su dieci sono risultati favorevoli ai contribuenti.
E come si legge sul Il Messaggero: «Quando decide di affrontare un contenzioso, il contribuente nove volte su dieci lo fa perché convinto delle sue ragioni - spiega Renzo Amanzio Regni, tributarista di Professionisti di impresa associati, Gubbio - e chi lo assiste è convinto di avere le carte giuste per contrastare la pretesa tributaria. Ma entrambi si scontrano con ostacoli fatti apposta per favorire le ragioni dell'erario».
Normale che ricorsi e appelli siano disincentivati con l'Umbria che figura tra le 14 regioni dove nell'ultimo triennio le istanze in Commissione tributaria regionale sono crollate. È evidente che un ulteriore ostacolo alle ragioni dei contribuenti, cittadini o imprese, sembra dunque essere il luogo dove i procedimenti si svolgono.