Presidente della Provincia di Perugia, il centrosinistra punta su Bacchetta

Il sindaco tifernate potrebbe ricompattare la coalizione
Perugia

Il 31 ottobre si vota per eleggere il nuovo presidente della Provincia di Perugia.
Chi succederà a Mismetti potrà contare su 25 milioni di euro per la viabilità e 60 milioni per l'edilizia scolastica per i prossimi quattro anni. In vista delle elezioni (di secondo grado, perché votano solo sindaci e consiglieri comunali) del 31 ottobre, il centrosinistra pare intenzionato a puntare su Luciano Bacchetta, il socialista sindaco di Città di Castello. Da ultimo anche la governatrice Marini, attraverso Valentino Valentini, ne avrebbe sondato la disponibilità. Che pare maturata.
 Se dunque intorno al sindaco tifernate si potrebbe ricompattare la coalizione di centrosinistra  anche il centrodestra sta per scegliere. I sindaci candidabili sono Antonino Ruggiano (Todi), Lamberto Marcantonini (Bettona), Luca Carizia (Umberti de), Michele Toniaccini (Deruta), Giovanni Bontempi (Nocera Umbra), Fabrizio Gareggia (sindaco di Cannara) e Umberto De Augustinis (sindaco di Spoleto).
Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega si incontreranno a breve per fare il punto e scegliere un nome che vada bene a tutti.