La visita ad Assisi della figlia del "Che"

Incontro pubblico organizzato dal circolo culturale "Primomaggio” con Aleida Guevara
Assisi

400 persone hanno assistito all'incontro pubblico organizzato dal circolo culturale "primomaggio" e dalla stessa Pro Civitate, con la dottoressa Aleida Guevara, figlia del Che, la prima dei 4 figli del secondo matrimonio.

Una serata che non sarà facile dimenticare per le emozioni che ha saputo suscitare nei presenti con tantissimi giovani che ritengono, "Il sogno del Che. L'attualità dei suoi valori", di cui ha parlato Aliusha, necessario e realizzabile.

Il ricordo del padre, ma anche le belle parole, le profonde riflessioni, le lucide analisi politiche e le risposte alle domande poste nel successivo dibattito hanno reso la serata preziosa per capire meglio anche la storia ed il presente di Cuba e di tutta l'America Latina.

Aleida Guevara, 58 anni figlia del Che, medico pediatra specializzata in allergologia, lavora all'ospedale pediatrico William Soler di L'Avana ed è stata anche medico volontaria in Angola, Nicaragua e Ecuador.

La sua visita in Italia è utile anche per far conoscere e raccogliere fondi per il progetto di Sostegno al Centro Studi Ernesto Che Guevara di L'Avana. A tal fine sono stati raccolti nel corso della serata oltre 1.200 euro.

Aleida, nella sua permanenza, ha fatto anche un incontro con alcune classi di studenti di un istituto superiore del luogo ed una visita guidata della Basilica Papale di San Francesco e relativo incontro con i frati.

All'incontro, a sorpresa, non è voluto mancare Gianni Minà, il noto giornalista serio, indipendente, non lottizzato e profondo conoscitore dell'America Latina che aveva partecipato 25 anni fa anche all'assemblea del 1993.