Trasporti in Umbria, si parte da 31 milioni di arretrati

La presidente Tesei e l'assessore Melasecche presentano il quadro della situazione
Umbria

Il Messaggero Umbria riporta oggi che la giunta Tesei ha trovato 31 milioni di arretrati da pagare nell'ambito del settore Trasporti. Dunque, non solo i 21 messi nero su bianco nella delibera ormai celebre numero 632 del maggio 2019, con Catiuscia Marini presidente e Giuseppe Chianella assessore, in realtà ci sono pure 6 milioni di pagamenti bloccati a causa di una vicenda giudiziaria e altri 4 al centro di un'ulteriore vertenza. 
 Ma accanto ai vecchi conti da saldare ci sono quelli nuovi. Cifre alla mano, le spese per il Trasporto pubblico locale in Umbria arrivano a 60 milioni di curo, ma i fondi disponibili si fermano a 45. Si parte 15 milioni sotto.
Nei prossimi mesi la Regione conta di avviare la nuova gara per l'assegnazione del servizio e anche da lì spera di risparmiare un po'.