Terremoto, Marini al Governo: "Riconoscere danno indiretto alle imprese del territorio"

La conclusione dell'incontro tra amministratori e operatori turistici
Umbria

Riconoscere il danno indiretto alle imprese del territorio. Questo il tema al centro dell’incontro tra amministrazione e Consorzio Operatori Turistici ConSpoleto, svoltosi a Palazzo comunale nel pomeriggio di ieri. “La nostra intenzione è di sensibilizzare i parlamentari umbri, di incontrarli per cercare di trovare soluzioni normative che riconoscano il danno indiretto causato dal terremoto – ha spiegato il Sindaco Cardarelli al termine dell’incontro – Le aziende del territorio sono in grandissima sofferenza e stanno incontrando sempre maggiori difficoltà anche nel garantire i posti di lavoro. Da parte nostra c’è, nei limiti di quello che le difficili condizioni di bilancio ci permettono, totale disponibilità nell’individuare insieme tutte le misure a sostegno del reddito per permettere alle imprese turistiche di respirare. Su questi aspetti sta già lavorando il nostro dirigente del settore finanziario, ma c’è comunque bisogno che questo discorso venga recepito con la giusta attenzione anche dai nostri parlamentari”.

Un tema, quello del riconoscimento del danno indiretto, rilanciato ieri dalla Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, che ha rivolto un appello a Governo e a Parlamento per riconoscere il danno indiretto a tutte le imprese del cratere e a quelle turistico-ricettive dell’Umbria. “Non possiamo che sostenere e condividere l’appello della Presidente Marini – ha aggiunto il Sindaco Cardarelli – Siamo convinti che, soprattutto in questo momento particolarmente difficile e delicato, sia indispensabile essere uniti e lavorare insieme”.