Caldo africano nel Centro-Nord Italia

Previste temperature record, a Perugia si toccheranno i 40 gradi
Umbria

Il Centro-Nord è sotto una cappa di afa (per ora il Sud è in parte risparmiato) per colpa dell'anticiclone africano, con valori estremi mai visti prima.

Che ne pensa il metereologo Giuliacci. Poche città italiane raggiungeranno i 40 gradi (Perugia compresa), ma, se l'anticiclone fosse arrivato dopo la metà di luglio, su quasi tutto il Centro-Nord del Paese avremmo toccato i 40 gradi.

Questo perché il suolo immagazzina il calore man mano che il clima si riscalda, a partire solitamente dal 21 giugno e toccando l'apice proprio dopo la seconda metà di luglio.

'Dal 1970 a oggi la temperatura media sul pianeta è aumentata di tre gradi e, se nel 1970 la probabilità di avere un'estate calda come quella del 2017 (la seconda più calda di sempre) era una ogni 135 anni, adesso la probabilità è di una ogni 8 anni'.

Oggi al Centro-Nord sarà la giornata più calda e si toccheranno i 40 gradi a Firenze, Perugia e Bologna, con 37-38 gradi su tutte le città.

Dal 29 giugno al primo luglio, ci sarà una leggera attenuazione del caldo con un calo di 3 o 4 gradi", Dal 2 al 5 luglio temperature intorno a 30-33 gradi al Nord e su gran parte del Centro, con qualche temporale sporadico e isolato, mentre al Sud sarà sempre clima rovente con 40 gradi sulla Puglia.

Dopo il 5 luglio pare ci sarà un caldo moderato su gran parte dell'Italia.

Poi sembra che la seconda decade (10-20 luglio) possa essere 'normale' con temperature nella media (28-32 gradi).