Anche in Umbria il maltempo crea disagi

Forte vento, alberi caduti e blackout elettrico in alcune zone
Umbria

Il maltempo che ha flagellato tutta l'Italia durante gli ultimi due giorni ha colpito pesantemente anche la nostra regione, dove sono stati numerosi gli interventi da parte dei Vigili del Fuoco, attivi in diverse zone di Perugia e della provincia.

Le raffiche di vento, in alcune zone, hanno superato gli 80 chilometri orari. Molti i rami pericolanti, gli alberi caduti e i disagi, soprattutto durante la giornata di ieri, lunedì 28 dicembre.

A Foligno e a Spello il vento ha fatto cadere molti alberi che hanno comportato alcuni danni a cose e edifici, senza però nessun ferito. In particolare, in Via Tevere a Foligno un albero è precipitato su un'automobile parcheggiata e l'ha pesantemente danneggiata. Osservato speciale anche il torrente Tatarena, straripato nei giorni scorsi.

Sempre a Foligno, in zona Fiamenga, un anziano ha addirittura rischiato di perdere la vita, per colpa di una momentanea interruzione di corrente che ha fatto saltare il respiratore artificiale a cui era attaccato. Tempestivo l'intervento dei Vigili del Fuoco per fare ripartire lo strumento e salvare la vita all'uomo.

A Città di Castello, una tromba d'aria nella frazione di Petrelle ha comportato ingenti danni alla linea principale dell'Enel, causando un blackout. I Vigili del Fuoco sono intervenuti per rimuovere i rami e gli alberi caduti anche sulle case.

A Spoleto, tragedia sfiorata a causa di una persiana che, per il forte vento, si è staccata dalle pareti del liceo classico in Piazza Carducci ed è precipitata su una macchina, rompendo il lunotto posteriore. Per fortuna nessuno era presente all'interno dell'abitacolo.

Numerosi alberi caduti anche a Todi, Umbertide e Trevi, con danni più o meno gravi a cose e abitazioni.