La nuova proprietà Gesenu è estranea ai fatti avvenuti in questi giorni

In merito alle irregolarità emerse nella gestione dei rifiuti affidata alla Gest
Umbria

Il gruppo che di recente aveva acquisito la maggioranza della Gesenu ha dichiarato alla stampa la sua estraneità e quella dei nuovi dirigenti, in merito ai fatti accaduti in questi giorni,che riguardano le indagini sulle presunte irregolarità nella gestione dello smaltimento dei rifiuti affidata alla Gest da 24 Comuni dell'Ambito territoriale integrato 2, che vede 13 indagati ed un arresto.

Con questa motivazione - si legge in una nota stampa  - l'azienda ha revocato le procure e le deleghe che erano state affidate al direttore operativo ingegner Giuseppe Sassaroli, finito agli arresti domiciliari."Sassaroli, successivamente, ha presentato le proprie dimissioni irrevocabili", si legge ancora nella nota della Gesenu che "ha provveduto a sospendere cautelativamente i propri dipendenti" indagati per la stessa vicenda".

la vicenda  vedi anche altri articoli.

http://www.quotidianodellumbria.it/quotidiano/umbria/gesenu/gesenu-operazione-di-polizia-arresti-corso