Boom di cinghiali, le doppiette protestano davanti la Regione

I cacciatori si ritengono offesi dalle affermazioni fatte dall'assessore Morroni
Umbria

C'è un'eccessiva presenza di cinghiali in tutto il territorio regionale. Domani si presenteranno davanti al Consiglio Regionale dell’Umbria per protestare contro l’assessore alla caccia Roberto Morroni.
Si tratta di un sit-in di protesta per rispondere direttamente così alle dichiarazioni di Morroni che ha  parlato di “una gestione della specie cinghiale lasciata senza controllo in una situazione di inerzia”. 
Le doppiette che si dedicano alla caccia del cinghiale non ci stanno a passare come esempio negativo dell’attività venatoria. La ritengono una offesa gratuita, fatta senza conoscere la realtà.
“Tante persone come noi che garantiscono controlli e interventi fondamentali, completamente in forma di volontariato”, ricorda Fabio Faina. Per loro l’uscita del vicepresidente della giunta regionale rappresenta “un insulto ed una forma di disprezzo inaccettabile verso un volontariato completamente gratuito, che i cacciatori hanno messo a disposizione della comunità regionale per ridurre i danni alle colture e garantire la sicurezza della circolazione stradale”.