Nomine Sanità – La partita si allarga a tutte le direzioni regionali?

Le parti “tengono duro. La proposta della Governatrice non convince l'Assessore Barberini. I pontieri al lavoro su “una possibile mediazione”
Umbria

Di Ciuenlai - Barberini fa sul serio, maledettamente sul serio. La proposta della Governatrice “non gli garba” per niente.

Il “lodo Marini” funziona, pressapoco, così “: Le nomine le faccio tutte io, perchè mi spettano, però ne indico tre e lascio una casella vuota. Se vuoi, Luca, fammi un nome e il gioco è fatto”. La risposta, per il momento, è un no secco. Dalle parti dell'Assessorato si continua a parlare di dimissioni imminenti. E che non sia proprio una pistola caricata a salve, lo dimostrano alcune piccole, grandi cose, che riguardano lo staff di Barberini. Secondo “persone informate dei fatti”, alcuni collaboratori avrebbero già preparato il terreno e “fatto gli scatoloni”, per rientrare nei posti di lavoro da cui provengono.

Anche perchè, è bene ripeterlo, la vicenda dei Direttori Sanitari si inquadra in uno scenario generale che riguarda anche le direzioni delle altre strutture di competenza regionale e gli apicali di Palazzo Donini. Le due linee restano le stesse : il massimo di rinnovamento per l'area dei popolari e il più possibile di esperienza e competenza per il resto del mondo del Pd. E allora, dopo la riunione interlocutoria di Giunta e gli approcci in casa Pd di ieri, i pontieri sarebbero al lavoro per giungere ad una soluzione.

Il punto di caduta potrebbe anche essere un “fifty e fifty”, che preveda due nomi “dell'attuale giro”, come Duca e Orlandi (“sui quali la Marini non cederà, nemmeno sotto tortura”) e due personaggi “nuovi”. Ed è proprio la nomina di Duca che, lasciando vuoto un posto di grande responsabilità interna, darebbe il via alla riorganizzazione degli apicali della Regione e delle altre direzioni come Adisu, Ater ecc. I dirigenti del Pci di fronte ad una situazione del genere e alle domande di chiarimento della base, se la sarebbero cavata, pronunciando una famosa frase, buona per tutte le occasioni : “vedi compagno la questione è più complessa”. Solo che stavolta è complessa davvero!