Crisi in Regione – Le parti si avvicinano? Barberini torna in Giunta?

Il silenzio sull'esito della riunione di oggi tra la Marini, Barberini, Leonelli e Chiacchieroni fa pensare che il dialogo abbia preso la via dell'accordo
Umbria

Di Ciuenlai - Il segnale è di quelli che intrigano e che fanno pensare che qualcosa sta accadendo. Bocche cucitissime e una marea di telefoni che squillano a vuoto.

A occhio, questo, nella vicenda delle nomine della Sanità umbra, potrebbe voler dire che l'accordo tra le parti non è poi così lontano. Inutile cercare di immaginare i termini dell'intesa. Ma, è scontato che se ridice il detto sindacale secondo il quale “un accordo si può definire buono quando le parti si alzano dal tavolo moderatamente insoddisfatte”, entrambi i contendenti avranno lasciato sul campo qualcosa di pesante.

Possiamo solo immaginare che i temi sul tappeto siano le deleghe dei Direttori Generali della Regione, L' Adisu, il ricompattamento della della maggioranza, le questioni legate al governo della Sanità e del diritto allo studio, l'innovazione ecc. ecc. Se l'incastro di queste questioni sarà ritenuto soddisfacente, il rientro di Barberini in Giunta potrebbe essere imminente. Insomma l'incontro di oggi tra la Marini,lo stesso Barberini, Il segretario regionale del Pd Leonelli e il Capogruppo Chiacchieroni, avrebbe dovuto essere un “mezzogiorno di fuoco” e invece potrebbe essere stato un “mezzogiorno in famiglia”.