Ospedale da campo Covid,critica del consigliere regionale Michele Bettarelli (Pd)

Si sofferma sul trasferimento di alcuni pazienti, invece di utrilizzare la struttura
Argomenti correlati
Umbra

Il consigliere regionale Michele Bettarelli (Pd) assume una posizione critica sull'ospedale da campo “Il piano di salvaguardia predisposto dalla Presidente Tesei e dal super consulente Bertolaso, nel novembre 2020, prevedeva l’ampliamento del numero dei posti letto nelle strutture ospedaliere ed extraospedaliere e l’incremento del personale sanitario, così come prevedeva che fosse operativo e disponibile il famigerato ospedale da campo, struttura salvifica più volte annunciata, pronta ad essere operativa (secondo quanto dichiarato), ma ancora vuota”.

“È possibile – si domanda il consigliere Dem - che alcuni pazienti Covid siano stati trasferiti presso le strutture di altre regioni? Trasferimenti – osserva - che ammetterebbero non solo l’inefficienza del piano
regionale predisposto dal duo Tesei- Bertolaso, ma andrebbero a porre seri interrogativi sul perché di fronte a strutture pronte, ma vuote, ‘inattive’ per citare la Corte dei Conti, come l’ospedale da campo, si disponga l’eventuale trasferimento di pazienti Covid in altre regioni”.

“Per questo, per fare chiarezza – spiega Bettarelli -, ho chiesto se questi trasferimenti ci sono stati ed eventualmente quando e quanti i pazienti ‘covid’ umbri che sono stati trasferiti presso strutture ospedaliere al di fuori della nostra regione