Tassa sui rifiuti, approvate dal Consiglio comunale di Umbertide tariffe e regolamento

Nessun aumento per i cittadini. Riduzioni per le attività colpite dalla pandemia
Umbertide

Il Consiglio comunale di Umbertide nel corso della seduta ha approvato con i voti favorevoli della maggioranza (Lega e LiberaIlFuturo) e l'astensione di Umbertide Cambia e Movimento 5 Stelle il regolamento e le tariffe che riguardano la Tassa sui rifiuti (Tari).

Per quanto riguarda le utenze domestiche, le tariffe rimarranno invariate rispetto all'annualità precedente.

Per il 2021, sono state previste importanti novità che riguardano riduzioni per circa 130mila euro complessivi alle attività che hanno subito gli effetti delle limitazioni imposte dall'emergenza Covid-19.

Tali attività sono state divise in tre fasce di riduzione in base alla tipologia di restrizioni a cui si sono dovute attenere.

Per chi ha dovuto sospendere totalmente la propria attività come luoghi della cultura, come cinema e teatri, e gestori di impianti sportivi la riduzione della Tari arriverà al 65%.

Il 45% spetterà invece a ristoranti, pizzerie, bar, pasticcerie, pub, alberghi e agriturismi che hanno visto fortemente limitata le proprie possibilità di lavoro.

Per quanto riguarda negozi di abbigliamento, librerie, barbieri, parrucchieri, autosaloni, negozi di calzature e altre attività che sono state sospese in zona rossa e arancione sarà prevista una riduzione della Tari del 25%.

Sono inoltre previste riduzioni della Tari per le utenze non domestiche che svolgono attività a favore del contrasto allo spreco alimentare. Sarà infatti previsto una riduzione in base alla quantità di beni alimentari che a titolo gratuito verranno cedute a enti pubblici e privati che operano nel settore di sostegno alle persone che si trovano in situazioni di indigenza.

Altra importante novità riguarda riduzioni per tutte quelle utenze non domestiche che avvieranno il riciclo dei rifiuti urbani. Tale riduzione è proporzionale alla quantità di rifiuti urbani che il produttore dimostri di avere avviato al riciclo a norma di legge.

“Nessun aumento per i cittadini e importanti riduzioni per le attività – affermano il sindaco Luca Carizia e l'assessore a Bilancio e Tributi, Pier Giacomo Tosti - Questa è l'impostazione per la Tari nel 2021 che oltre a vedere introdotti importanti meccanismi incentivanti in materia di riciclo e di contrasto allo spreco alimentare, prevede un sostegno per quelle attività colpite dalle restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria. Le tre tipologie di riduzione (25, 45 e 65%), rappresentano un segnale di vicinanza dell'Amministrazione a queste realtà”.