Arrestato puscher con 1.500 dosi di droga

Trentenne, italiano, con precedenti per furto
Umbertide

I carabinieri di Umbertide hanno arrestato un pusher italiano di 30 anni trovato con 1.500 dosi di droga pronte per essere vendute a giovani umbertidesi, anche minorenni.
L’operazione, scattata nel pomeriggio di mercoledì, ha visto la perquisizione della casa di un pregiudicato già noto ai militari per qualche precedente penale tra cui il furto. L’uomo - sottolinea l’Arma in una nota - "è apparso molto sorpreso dall’arrivo dei carabinieri nella propria abitazione e non ha potuto nascondere l’evidenza quando, dopo una una meticolosa perquisizione, sono stati trovati tre panetti e mezzo di hashish, il tutto per un peso complessivo di 350 grammi circa". Insomma si tratterebbe di circa 1.500 dosi di stupefacente pronte da spacciare, nascoste in un’intercapedine del camino dell’abitazione, appositamente costruita.
Oltre alla droga è stato trovato tutto il kit necessario per la vendita al dettaglio dell’hashish.

L’uomo "è stato arrestato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio", conclude la nota dei carabinieri e questa mattina sarà processato per direttissima.