Omicidio di Umbertide: proseguono le indagini

Il PM è tornato sul luogo del delitto per prelevare ulteriori campioni di sangue
Umbertide

Proseguono ancora le indagini e gli ulteriori approfondimenti sull', avvenuto durante la notte del 18 ottobre, quando un uomo di origine magrebina, Abdellatif Hachiche, è stato ucciso a coltellate dal suo connazionale Hassane Bouskour, boscaiolo di 42 anni incensurato, che lo stava ospitando nella propria abitazione.

La follia omicida di Hassane Bouskour sarebbe stata scatenata dalla gelosia che quest'ultimo nutriva nei confronti della sua compagna, ma non si esclude una seconda strada che porterebbe ad un giro di droga e di spaccio condiviso da aggressore e vittima.

L'assassino, ora in carcere a Capanne, è accusato di omicidio volontario aggravato da futili motivi e lesioni aggravate.

Il PM Giuseppe Petrazzini è tornato nel luogo del delitto, una casa di via Roma, dove, grazie all'aiuto dei carabinieri, ha prelevato altri campioni di sangue e scattato fotografie al fine di ottenere più elementi possibili per avere più chiarezza sulle dinamiche dell'evento.

L'autopsia eseguita sul corpo della vittima, ha rilevato numerose ferite provocate da un coltello da cucina e contusioni probabilmente causate da un pesante mattarello.