«Sponde del Trasimeno in abbandono»

Il grido d'allarme del sindaco di Tuoro Maria Elena Minciaroni
Tuoro sul Trasimeno

“Caso Tuoro, il paese abbandonato”. Ad affermarlo è il primo cittadino Maria Elena Minciaroni, che sul Corriere dell'Umbria chiede più  attenzione a Regione e Unione dei Comuni.
Si legge nel quotidiano: "Come sindaco - scrive - voglio esprimere le mie preoccupazioni sulle competenze delle aree demaniali che, dal primo luglio sono in carico all'Unione dei Comuni, ma senza risorse per le opere infrastrutturali di manutenzione e di investimento".
Il suo è a tutti gli effetti un vero grido di allarme per le condizioni in cui versano le sponde del comune e per i lavori necessari. "In ogni ambito -aggiunge - farò sentire la mia voce fino a quando non verranno tolti draghe e tubi delle acque di refluimento, fino a quando non ci saranno finanziamenti per investire sul pontile di Tuoro e sulle darsene di Borghetto e Isola".
Il primo cittadino lamenta la mancanza di fondi per riparare i pali di attracco alla darsena di isola, per il taglio della vegetazione lungo le sponde e per ripulire le scese al lago. "Non voglio essere opposizione nella giunta dell'Unione dei Comuni afferma Tuoro è in stato di abbandono ed io mi rivolgo ai miei colleghi sindaci, alla Regione perché non posso gestire questo stato di cose senza risorse". Il sindaco nell'esprimere stima per alcuni dipendenti della Provincia, "che, con le loro professionalità, ora sono a carico dell'Unione" fa un appello alla Regione affinché arrivino risorse finanziarie.