Trasporti, proposta del gruppo Lega Umbria alla Regione

Il gruppo Lega Umbria richiede alla Regione di intervenire in merito alla capienza massima dei trasporti per prevenire il contagio

Il Governo riceve critiche non troppo leggere da parte del gruppo Lega Umbria, il quale insiste maggiormente sulla questione della riduzione della capienza massima dei mezzi di trasporto in tutta la Regione.

I consiglieri regionali appartenenti al gruppo Lega hanno infatti accusato il Governo di aver addossato tutta la responsabilità in mano a Comuni e Regioni, che si sono trovati impreparati nel gestire l'emergenza e devono perciò necessariamente intervenire tramite mirate e tempestive ordinanze.

La proposta è quella di ridurre ulteriormente la capienza massima consentita dei trasporti, già attualmente fissata all'80%, in modo tale da scongiurare il rischio di assembramenti e diminuire la possibilità di contagio tra i passeggeri.

Di conseguenza, il numero di corse previste andrà logicamente aumentato per garantire la giusta fruizione del servizio ai cittadini, soprattutto per quanto riguarda le tratte più affollate.

I trasporti, così come la scuola, gli sport di contatto e il controllo dei luoghi dove si registrano più assembramenti, sono presumibilmente i temi focali su cui si concentrerà maggiormente l'attesa ordinanza della governatrice Tesei, prevista entro domani.