Grande successo per Marcoswim Trasimeno: oltre 135 km nuotati in 26 ore

L’evento organizzato nel weekend ha permesso di raccogliere oltre 800 euro per AISM
Trasimeno

Il nuotatore perugino Marco Fratini è stato al centro di un evento andato in scena tra sabato e domenica nelle acque del Lago Trasimeno: 26 ore di nuoto no-stop percorrendo circa 60 km, per allenarsi a compiere l’impresa da record dei 100 km in vasca corta e soprattutto per raccogliere fondi in favore di AISM - Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Un successo pieno vista la necessità di rispettare ogni precauzione in chiave Covid, reso possibile dalla collaborazione di tante realtà sportive del territorio che si sono mostrate sensibili all’iniziativa organizzando eventi collaterali tra Tuoro, Castiglione, Passignano e le varie isole. Fratini ha sfidato la sua resistenza e concentrazione tuffandosi nel pomeriggio di sabato dal molo di Tuoro, facendo poi la spola senza sosta tra le spiagge di Passignano e Castiglione del Lago nonché puntando più volte alle varie Isole. Il medico perugino ha nuotato per 26 ore totalizzando un chilometraggio importante, nonostante l'incessante tramontana che ha soffiato forte per tutto il tempo dando un pò di tregua solamente la notte. Ovviamente una delle fasi più emozionanti è stata proprio quella notturna, con alcuni appassionati che si sono tuffati sulla scia del campione per provare l’ebrezza di nuotare nel buio totale.

Molti gli eventi collaterali che hanno permesso a podisti e ciclisti di percorrere le sponde del Lago per incontrare il nuotatore nei vari punti di approdo. Sabato degli appassionati runners, divisi in piccoli gruppi, hanno percorso la ciclabile che conduce da Tuoro a Passignano, per circa 7 km a tratta, in modo da incrociare Marco Fratini sulla spiaggia di Sualzo Beach. Sabato sera circa ottanta persone sono approdate all’Isola Maggiore, chi nuotando, chi in canoa, chi in pedalò e qualcuno più comodamente in motoscafo, per salutare l'arrivo del nuotatore e godersi il tramonto dal belvedere del ristorante Oso. Nella location di Tuoro Beach sono state svolte sessioni di cross training durante tutta la notte guidate dall’istruttore Gabriele Cortonesi, mentre la domenica mattina una trentina di atleti si sono cimentati nell'impegnativo trail “Hannibal race”, con percorso svolto da ciascuno in autonomia per evitare qualsiasi contatto; sempre la domenica anche una quarantina di ciclisti sono partiti da Tuoro per accogliere Fratini sulla spiaggia di Castiglione, alla presenza del sindaco Matteo Burico e dell'assessore allo sport Andrea Sacco, oltre che di Annita Rondoni e Gianluca Pedicini in rappresentanza dell'AISM.

Durante le 26 ore tanti sono stati gli amici nuotatori che hanno accompagnato Fratini durante le nuotate. Da segnalare Elen Santi, la più giovane ma anche la più temeraria, che ha percorso al fianco di Marco ben 28 km sfidando le onde nonché la corrente avversa, il triatleta Emanuele Settimi, che lo ha affiancato per quasi tutta la notte percorrendo 18 km, e il Presidente dell'Amatori Nuoto Perugia Mauro Brugnoni, che ha nuotato al fianco di Marco per circa 4,5 km. In totale i chilometri nuotati dall’intero gruppo sono stati oltre 130. Uno sforzo notevole quello di Marco Fratini, che è stato assistito dal coach Stefano Candidoni e dalla masso-fisioterapista Cristina Amato. La raccolta fondi, realizzata durante tutte le 26 ore, ha permesso di donare all’AISM di Perugia circa 800 Euro; un ringraziamento speciale va a Domenico Bertrami che ha coordinato lo staff della spiaggia di Tuoro Beach. Per gli appassionati è stato possibile seguire tutte le fasi della sfida anche dalla pagina Facebook ufficiale del progetto, facebook.com/marcoswim, che ha contato circa 16.000 contatti durante il weekend (copertura organica) con quasi 11.000 interazioni in relazione ai 21 post pubblicati nelle 26 ore dell’evento. Tra i sostenitori dell’iniziativa Tuoro Beach, Toy Motor Toyota, Jaked, Cantine Briziarelli e Amatori Nuoto Perugia.

Marcoswim Trasimeno ha riacceso a tutti gli effetti l’attenzione sul tentativo di record che l’atleta perugino aveva deciso di tentare lo scorso marzo prima che l’emergenza Covid lo costringesse al rinvio: 100 km di nuoto no-stop in vasca corta. La notizia, ufficializzata proprio durante il weekend al Lago Trasimeno, è che presto verrà comunicata la nuova data, ma è già confermato che l’evento si terrà il prossimo ottobre. Maggiori informazioni sul sito .