Todi, pesanti atti di bullismo nei confronti di un ragazzo disabile

La vicenda è andata vanti per più di un anno, ora sono in corso le indagini
Todi

Feroci atti di bullismo nei confronti di un ragazzo disabile.
Per più di un anno lo hanno sottoposto a pesanti percosse sia nei luoghi che frequentava in città che durante le trasferte con i mezzi pubblici. Lo picchiavano con calci e pugni, gli infliggevano tagli con coltelli di plastica o gli sottraevano gli occhiali in maniera talmente violenta da procurargli ematomi e lividi.

In un paio di occasioni la situazione si era fatta talmente pesante che i genitori della giovane vittima lo hanno dovuto portare al Pronto Soccorso, dove i medici hanno certificato una prognosi di molti giorni.
Questo è stato quello che ha dovuto subire uno studente di Todi, portatore di una disabilità, che voleva solo fare amicizia e sentirsi parte di un gruppo. Inevitabili le denunce dei familiari alle forze dell'ordine che, hanno inoltrato le segnalazioni alle autorità giudiziarie competenti per far procedere le indagini.
Il fatto resta comunque grave e, come dichiarato dalla madre del ragazzo, “possibile che chi è già stato offeso dalla vita deve anche subire le offese di qualche delinquente, ignorante, e prepotente?”