Todi piange la perdita della grande artista Beverly Pepper

Il cordoglio dell’Amministrazione Comunale
Todi

“L'Amministrazione Comunale di Todi partecipa al lutto e si stringe alla famiglia per la scomparsa di Beverly Pepper. Una perdita dolorosa anche per la città, che da anni aveva avuto il privilegio non soltanto di essere stata scelta come residenza di elezione di beverly, ma le aveva conferito la cittadinanza onoraria della città”.
Con queste parole l'Amministrazione Comunale di Todi, guidata dal sindaco Antonino Ruggiano, manifesta il proprio cordoglio per la morte, nella serata del 5 febbraio, nella sua casa della frazione di Torregentile, della grande artista americana, che da circa 50 anni aveva scelto di vivere e lavorare in città. 
“Oggi piangiamo anche la scomparsa di un'amica sincera”, prosegue la nota, “ma ci conforta il pensiero di aver fatto molto, specie nell'ultimo anno, per onorarla e valorizzare la sua figura, arricchendo al contempo Todi di un patrimonio unico come il Parco di Beverly Pepper. Il nostro omaggio sarà quello di averne cura e conservarlo a perenne memoria di una grande donna che ha reso migliore la nostra vita con la sua presenza. A lei va la nostra perenne gratitudine ed il nostro affettuoso ricordo”.
L’amore di Beverly Pepper per Todi ha avuto in questi decenni molte occasioni di evidenza: fin dal 1979, quando furono collocate per la prima volta le sue grandi sculture Todi Columns in Piazza del Popolo; negli scorsi anni, l’artista donò alla città un primo nucleo di due sculture, installate nello spazio antistante il Tempio della Consolazione.
Ma è stato il 2019 l’anno che ha visto la Pepper al centro di una serie di eventi in suo omaggio: scaturiti della donazione di una ventina di importanti opere che sarebbero andate a creare il Parco di Beverly Pepper, alla Rocca che sovrasta il centro storico. 
Ci fu una prima mostra documentaria alla Sala delle Pietre, poi in aprile le Todi Columns furono riesposte in Piazza del Popolo, in maggio fu la Biennale di Venezia a celebrare l’artista con una mostra che presentava anche il progetto del Parco tuderte, che poi fu inaugurato – una delle ultime apparizioni pubbliche della Pepper – a settembre dello scorso anno.