Veterinario non vaccinato denunciato dai carabinieri

Il professionista di Terni era stato sospeso dall'Ordine, ma continuava ad esercitare
Canali:
Terni

L'Ordine professionale dei veterinari lo aveva sospeso perché, al controllo previsto dalla legge, era risultato non essersi vaccinato. E dunque adesso il professionista di Terni, che ha un suo studio privato in città, che ha continuato a lavorare incurante della sospensione, è incorso nei controlli dei carabinieri del Nas di Perugia che lo hanno sorpreso mentre era operativo al suo posto di lavoro.
Il veterinario è stato “deferito in stato di libertà alla procura di Terni per esercizio abusivo della professione (art.348 C.P.)”, spiega una nota dell’Arma pubblicata sul sito del ministero della Salute.

“In provincia di Terni sono stati quattro i colleghi che l’Ordine ha sospeso per non essersi vaccinati – spiega al  il presidente dei veterinari, Danilo Serva – tre nella prima fase delle verifiche e un quarto in quella successiva. Non ho molto da aggiungere, si tratta di un provvedimento di carattere amministrativo preso nel rispetto della normativa vigente”.