Treofan: si va alla cassa integrazione

La sottosegretaria del Mise soddisfatta
Terni

Una buona notizia per i lavoratori della Treofan. Dopo l'incontro con il Ministero dello Sviluppo economico di ieri, martedì 19 gennaio, la sottosegretaria al Mise, Alessandra Todde, ha dichiarato con soddisfazione che il liquidatore, l'avvocato Ettore Del Borrello, si è reso disponibile ad attivare nove mesi di cassa integrazione per tutti i 141 lavoratori.

Un respiro di sollievo per i dipendenti del polo chimico della Polymer, a rischio licenziamento.

Trascorsi i nove mesi previsti per la cig, si procederà con la pianificazione di una riconversione industriale per salvare la fabbrica ternana.

Venerdì 22 gennaio è previsto un nuovo incontro, durante il quale i sindacati e i rappresentanti del commissario liquidatore nominato dalla multinazionale Jindal definiranno le modalità della cassa integrazione.

Il termine ultimo per salvare la Treofan dalla chiusura tuttavia si avvicina: se entro l'8 febbraio prossimo non si troverà una soluzione, la multinazionale indiana Jindal procederà con la liquidazione del polo ternano.