Treofan, sciopero dei lavoratori dopo il fallimento del tavolo tecnico

Sindacati sul piede di guerra: non sono stati dati chiarimenti sul futuro
Terni

Nuovo sciopero alla Treofan di Terni. Le associazioni sindacali di categoria Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil e Ugl chimici hanno proclamato un'ulteriore mobilitazione, per un pacchetto di 24 ore complessive, dopo il fallimento del tavolo tecnico di venerdì con l'azienda che non ha diradato le dense nubi nere sul futuro dello stabilimento del polo chimico ternano, di proprietà del gruppo Jindal.
    "Non abbiamo avuto le risposte che ci attendevamo - ha spiegato all'Ansa la segretaria provinciale della Filctem Cgil, Marianna Formica - ci aspettiamo che vengano riportati gli ordini presso questo sito, che si sta svuotando, mentre si stanno portando le produzioni verso gli altri stabilimenti, quello di Brindisi e quelli di Germania, Belgio e Olanda".
    I sindacati chiedono anche che "vengano portate a Terni attrezzature e materiale presenti nel sito chiuso di Battipaglia".