Del futuro di Treofan se ne discute al Ministero

Possibile svolta per il polo chimico dopo lo stato di agitazione
Terni

La Treofan Terni ha messo a punto una proposta che dovrà servire per la base della discussione di oggi a mezzogiorno al Ministero dell’Industria e dello sviluppo economico. Parteciperanno anche la Confindustria e pure la Regione.
  Il documento predisposto da Treofan/Jindal potrebbe sbloccare l’ormai annosa vertenza aperta da tempo. Le organizzazioni sindacali stanno valutando i contenuti della proposta aziendale. Oggi a mezzogiorno appuntamento al Mise per un nuovo confronto in teleconferenza.   
La proposta della Treofan era attesa nella giornata di sabato, come concordato al Ministero dell’Industria e dello Sviluppo Economico: ma la dirigenza del gruppo, che produce film polipropilenica, ha impiegato un giorno in più ed ha fatto pervenire al Mise la proposta solo nelle ultime ore.
E’ stata comunque la viceministra Alessandra Todde a far rimanere “aperto” il tavolo di discussione sino ad oggi. In tempi ristrettissimi i lavoratori insieme ai sindacati dovranno capire le intenzioni della direzione aziendale. Si prevede comunque il ricorso in quantità massiccio alla cassa integrazione “covid” sino a quando sarà possibile.