Terni, riapre il Parco Le Grazie, giovedì una cerimonia

“Ci saranno anche una conferenza e una mostra per riscoprirne la storia”
Terni

Giovedì 31 ottobre riaprirà ai cittadini il parco storico Le Grazie. Per l’occasione l’amministrazione comunale ha organizzato, tramite gli assessorati al verde e ai lavori pubblici, una cerimonia e alcune iniziative culturali. Alla riapertura del parco Le Grazie parteciperanno il sindaco Leonardo Latini, l’assessore al verde Benedetta Salvati e l’assessore ai Lavori Pubblici Enrico Melasecche.

Ecco il programma del pomeriggio di giovedì: si inizierà alle ore 15 con l’inaugurazione del parco e un’esibizione musicale degli allievi dell’Istituto Briccialdi prevista per le ore 16.

Subito dopo in BCT, nella sala Farini della biblioteca comunale sarà possibile visitare una mostra documentaria sul complesso Le Grazie, realizzata in collaborazione con il Fondo antico di BCT.

Alle 17.30 nella sala del Caffè Letterario, sempre in BCT, ci sarà la conferenza di Michele Benucci dal titolo “Il giardino del Conte Antonio Manassei fatto edificare dalli fondamenti vicino al Convento della Vergine delle Grazie".

Tutti gli eventi di giovedì sono aperti al pubblico e i cittadini sono invitati a partecipare.

“Siamo riusciti a completare un intervento complesso nei termini che ci eravamo dati e così, finalmente, dopo tanti anni di abbandono – dice l’assessore al verde Benedetta Salvati - uno dei parchi più antichi di Terni, torna a disposizione dei cittadini, messo in sicurezza, senza più gli alberi che erano stati giudicati pericolosi, ma con nuove piantumazioni, con nuove aree relax e una nuova sistemazione generale. Il Parco Le Grazie s’inserisce nella più grande area verde della città, che si estende fino a viale Trento e alla basilica di San Valentino. Con gli eventi organizzati per giovedì abbiamo voluto sottolineare il valore ambientale, sociale e infine storico di quest’area particolarmente cara ai ternani da secoli. E’ anche questo un modo per riappropriarci della nostra identità, migliorando la qualità della vita di tutti".