Spaccio di stupefacenti: i Carabinieri arrestano lo “zio”

È un 68enne ternano già noto alle Forze dell'Ordine
Terni

Nel corso del pomeriggio di ieri, lunedì 7 giugno, a Terni, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio volto a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel centro cittadino, i militari della Sezione Operativa del locale Comando Compagnia Carabinieri hanno tratto in arresto per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” S.S., ternano classe 1953, già noto alle Forze dell’ordine e soprannominato, nel giro degli stupefacenti, con il nomignolo di “zio” a causa della non più giovanissima età.

Durante un controllo all’esterno dell’abitazione dell’uomo, i militari operanti notavano dei movimenti sospetti da parte di un uomo, romano di 44 anni il quale, all'esito di una perquisizione personale, veniva trovato in possesso di poco più di 1 grammo di hashish appena dopo essere uscito dall'abitazione di S.S.. La successiva perquisizione domiciliare presso l'abitazione dell'arrestato ha permesso di rinvenire e sequestrare 50 grammi di hashish divisi in pezzi ed un bilancino di precisione. L'arrestato è stato ristretto, in regime di arresti domiciliari, presso l’abitazione di residenza mentre l’uomo di Roma è stato segnalato, quale assuntore, alla competente Autorità Amministrativa.