Terni, sospesa licenza per 20 giorni a circolo privato

Il provvedimento del Questore a seguito di un grave episodio di violenza e rapina
Terni

Ad un circolo privato in via Campofregoso, la Polizia di Stato ha sospeso mercoledì mattina, per 20 giorni, la licenza di somministrazione di bevande, per ragioni di ordine e sicurezza pubblica, provvedimento adottato al fine di impedire un’escalation di eventi di pericolosità sociale e anche allo scopo di dissuadere l’aggregazione di individui pericolosi in quel luogo, oggetto di controlli costanti da parte delle Forze dell’Ordine.

Era solo lo scorso ottobre, quando la Divisione della Polizia Amministrava e Sociale e dell’Immigrazione della Questura di Terni aveva notificato al presidente del circolo la sospensione della licenza per due settimane, a seguito di segnalazioni da parte dei residenti, per i continui schiamazzi di persone ubriache, e di controlli, in cui si era accertato che il luogo era frequentato da pregiudicati e da persone non registrate come soci, che in alcune occasioni avevano provocato delle risse.

Dopo un breve periodo di tranquillità, all’inizio di gennaio, un intervento dei Carabinieri per rissa, porta all’arresto di tre stranieri, tutti pregiudicati, per rapina e lesioni: un grave episodio, iniziato all’interno del locale e conclusosi in strada, che ha visto il coinvolgimento di cinque persone, due delle quali hanno riportato ferite giudicate guaribili in 20 e 25 giorni.

Inevitabile l’ulteriore misura, ancora più incisiva della precedente, adottata con urgenza per scongiurare il ripetersi di altri episodi delittuosi.