Due ore di sciopero alle Acciaierie di Terni

Lo dichiarano le Rsu di stabilimento
Terni

Due ore di sciopero: le ultime di ogni turno  1-2-3 e giornalieri  per oggi, il 14 gennaio 2022, in Ast a causa delle «gravi difficoltà organizzative» e per gli «atteggiamenti minatori da parte di alcuni dirigenti che ledono la dignità dei lavoratori». Lo dichiarano le Rsu di stabilimento.  «Siamo consapevoli che ancora alcune aree prediligono le buone relazioni e utilizzano comportamenti propri di chi deve dirigere l’azienda in un momento tanto delicato, ma non possiamo esimerci – attaccano le Rsu – dal condannare la gestione complessiva della fabbrica». Da qui la proclamazione – immediata – di due ore di sciopero: le ultime di ogni turno  1-2-3 e giornalieri  per oggi, il 14 gennaio 2022, la quarta squadra il 17 gennaio di secondo turno. «In questa fase conclusiva di vendita ribadiamo la volontà di tenere un atteggiamento costruttivo, così come i lavoratori stanno tenendo un atteggiamento responsabile, contrariamente a quanto sta invece facendo l’azienda che, da ultimo, delegittima anche il confronto che riguarda la gestione della pandemia in atto.  La Fiom-Cgil di Terni, aveva già denunciato  «la grave situazione» in cui versano i lavoratori della Teseo, azienda informatica in appalto presso Ast, con il contratto in scadenza al 31 dicembre 2021.  Ad oggi, per una parte delle lavorazioni che svolge la società Teseo e dei lavoratori interessati, c’è stata una proroga fino al 30 giugno 2022. Per i restanti 7 lavoratori della “Sala Macchine”, «la Teseo - denuncia la Fiom - propone  una riduzione di orario di lavoro, solo notturno, compresi i festivi». Inaccettabile.