Terni: Provincia non può fare il bilancio

Lettera a prefetto, importanti incertezze su leggi
Terni

La Provincia di Terni "non è in grado di produrre uno schema di bilancio completo di previsione 2015 entro il termine di legge fissato al 30 settembre";

è quanto scrive il presidente dell'ente, Leopoldo Di Girolamo, in una lettera inviata stamani, insieme al vicepresidente Giampiero Lattanzi, al prefetto Gianfelice Bellesini. Per comunicare
l'impossibilità  a predisporre la manovra entro i tempi stabiliti.

Nella lettera  il presidente fa riferimento alla persistenza di "importanti incertezze circa l'attuazione della legge Delrio, e di quella regionale 10/2015".
Si sottolinea poi che "non è ancora stata data attuazione all'accordo Stato-Regioni relativo al finanziamento dei centri per l'impiego" e non è stato ancora approvato il decreto ministeriale che definisce le somme che le Regioni sono tenute a versare per le spese sostenute dalle Province per l'esercizio delle funzioni non fondamentali, oggetto di riordino.   "Non eèstato infine approvato - continua la lettera – il decreto di ripartizione del contributo di cui all'art. 8, comma 13-ter dello stesso decreto".