Licenza sospesa dalla Polizia di Stato di Terni per un esercizio di vicinato

Il provvedimento adottato dal Questore Failla a seguito dei fatti accaduti mercoledì sera
Canali:
Terni

Ieri sera verso le 20,30 nei pressi della stazione ferroviaria, all’interno di un negozio etnico (esercizio di vicinato), è scoppiata una violenta lite tra cittadini stranieri che ha portato all’intervento delle forze dell’ordine.

Dopo i primi accertamenti, esaminati gli atti, il Questore di Terni, Bruno Failla, ha ritenuto che ci fossero i presupporti per l’applicazione dell’articolo 100 del T.U.L.P.S che stabilisce, oltre ai casi indicati dalla legge, che il questore può sospendere la licenza di un esercizio, anche di vicinato, nel quale siano avvenuti tumulti o gravi disordini.

Il provvedimento, con il quale è stata sospesa l’attività per 7 giorni, è stato notificato oggi pomeriggio dalla Divisione Amministrativa e dalla Squadra Volante.