Ospedale Terni, sindacati: «Prorogare i contratti Oss»

Appello di Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl a governatrice, sindaco e direzione del Santa Maria
Canali:
Terni

Prorogare il contratto agli operatori socio sanitari della Protezione Civile all’azienda ospedaliera di Terni.
È quanto chiedono con una lettera inviata alla presidente della Regione, Donatella Tesei, al sindaco Latini e alla stessa azienda ospedaliera i sindacati dei lavoratori della sanità, Fp Cgil, Fp Cisl e Uil Fpl che sottolineano come l'assunzione di questo personale, i cui contratti scadranno entro il mese di aprile, è assolutamente necessaria vista l'insufficienza di Oss a tempo indeterminato.
I sindacati ricordano che attualmente la dotazione organica del personale Oss nell'azienda ospedaliera di Terni è di circa 100 unità. Poi, durante l‘emergenza Covid ci sono state ulteriori assunzioni a tempo determinato, ma nonostante questo sforzo l‘azienda non è ancora in grado di garantire copertura sufficiente in tutti i reparti.

“In ambito sanitario molto spesso si mette giustamente in evidenza il ruolo e l‘importanza del personale medico ed infermieristico, tralasciando gli operatori socio sanitari che cooperano e collaborano con gli infermieri e soprattutto si occupano dell’igiene personale del malato – affermano Giorgio Lucci (Fp Cgil), Nicola Ambrosino (Fp Cisl) e Luigi Candelori (Uil Fpl) – ma in realtà il loro ruolo è fondamentale per favorire il benessere e l'autonomia della persona ricoverata”.