Infortuni mortali sul lavoro, in aumento in provincia di Terni

Il drammatico bilancio dell'Inail riferito agli ultimi mesi dell'anno
Terni

In aumento nel 2021 gli infortuni sul lavoro, compresi quelli mortali, e le malattie professionali.
I dati dicono che sono in aumento di quasi il 17% anche gli infortuni denunciati che, nei primo otto mesi dell'anno, sono stati 1.213 contro i 1.002 dello stesso periodo del 2020.
Per quanto riguarda gli infortuni mortali, sempre a Temi, ce ne è stato uno nel 2020 e nel 2021 sono passati a quattro. Anche le malattie professionali sono state 344 (2020) a fronte di 471 nel 2021 con una variazione, dunque, del 36,9 per cento in più. I numeri dicono che c'è stato un aumento importante nel territorio che spinge ad una riflessione per capire le cause che hanno provocato un incremento.

I numeri sono stati resi noto ieri durante la giornata dell'Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro) per le vittime degli incidenti sul lavoro a cui è intervenuto anche il sindaco Latini.
L'associazione è anche vicina alle vittime e alle loro famiglie, affinchè non manchi loro niente: dalle giuste prestazioni economiche e sanitarie al diritto al lavoro, tutti aspetti fondamentali di una presa in carico che deve ancora evolversi e migliorare.