Rimpasto in giunta, Latini non è riuscito a trovare la quadra

Ancora nessuna intesa per la sostituzione di Leonardo Bordoni
Terni

Ancora un nulla di fatto. Le forze di maggioranza si sono incontrate, ma dopo cinque ore di discussione non hanno ancora trovato l'intesa per la sostituzione di Leonardo Bordoni, l’assessore all’Urbanistica, viabilità ed edilizia privata, che ha presentato le proprie dimissioni il 24 maggio scorso. 
 Ufficialmente Latini ha ripreso a sé le deleghe di Bordoni, come vuole il protocollo. Ora però bisogna decidere.  

A spingere per un rimpasto più sostanziale sono Lega e Fratelli d’Italia. La Lega mette sul tavolo il fatto che l’assessore uscente era della Lega e che quindi deve essere rimpiazzato da un esponente dello stesso partito e fa i nomi si Federico Cini o Devid Maggiora; Fratelli d’Italia invece chiede per sè l'incarico di vicesindaco, attualmente ad Andrea Giuli, per Orlando Masselli, responsabile del Bilancio e delle Partecipate.
In corsa anche il consigliere Maurizio Cecconelli, capogruppo a Palazzo Spada. Inoltre, Paolo Cicchini, consigliere della Lega, punta alla delega della Cultura e anche Terni Civica rivendica un posto in giunta. Per alcuni analisti politici in giunta ci sarà più di un cambio: uno a favore delle Lega e uno a favore di Fratelli d’Italia.