Frode informatica ai danni di azienda ternana, denunciati tre truffatori

Indagine dei Carabinieri di Collescipoli porta all'identificazione dei malviventi
Terni

Lo scorso 25 gennaio i Carabinieri del Comando Stazione di Collescipoli, a conclusione di un’attività investigativa avviata a seguito della presentazione di una denuncia-querela contro ignoti, deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Terni per il reato di “frode informatica” un uomo residente in provincia di Napoli di 45 anni, sconosciuto alle Forze dell’ordine. Le attività investigative dei militari permettevano di appurare che l’uomo, previa clonazione di una sim card telefonica intestata ad una azienda del ternano, riusciva ad entrare fraudolentemente in possesso dei codici di sicurezza del conto corrente bancario intestato a quella società, codici mediante i quali disponeva diversi bonifici bancari per un importo totale pari a circa 50.000 euro a favore di diversi soggetti in corso di compiuta identificazione.

Ieri, gli stessi militari, dopo aver individuato i beneficiari dei bonifici bancari, hanno proceduto a deferire in stato di libertà, sempre alla Procura della Repubblica di Terni e per il medesimo reato di “frode informatica”, una donna di Napoli di 34 anni, incensurata, ed un 20enne cubano residente a Pozzuoli (NA), già noto alle Forze dell’ordine.

I due avrebbero ricevuto fraudolentemente due bonifici per un importo totale di quasi la metà dell’intera somma asportata, le indagini proseguono per individuare gli ulteriori truffatori.