Espulso ecuadoriano clandestino che lavorava in nero in un cantiere

L’uomo è stato rintracciato a Terni dalla Squadra Volante
Terni

E’ un cittadino dell’Ecuador di 34 anni la persona denunciata ieri pomeriggio dalla Polizia di Stato per la violazione delle leggi sull’immigrazione.

L’uomo è stato rintracciato a Terni dalla Squadra Volante a seguito di una segnalazione sul sistema “Servizio Alloggiati” della Polizia di Stato, che prevede che “i gestori degli esercizi alberghieri e di tutte le altre strutture ricettive, entro le 24 ore successive all’arrivo, devono comunicare alle questure territorialmente competenti le generalità delle persone alloggiate”.

Dal controllo è infatti emerso che l’ecuadoriano, con precedenti penali per spaccio, non aveva ottemperato ad un ordine di espulsione del Questore di Roma del 2018 ed era venuto a Terni per lavorare come operaio in un cantiere.

L’uomo, dopo la denuncia, è stato nuovamente espulso, mentre sono in corso le indagini sul titolare della ditta di Roma, che ha impiegato lo straniero come operaio, naturalmente senza contratto, in quanto clandestino.