La consigliera Braghiroli lascia il M5S: «Mi sento tradita»

Ancora uno strappo nei Cinquestelle a pochi giorni dal voto per le regionali
Terni

Il Movimento Cinque Stelle continua a perdere pezzi in vista del voto del 27 ottobre.
Ha fatto scalpore la fuoriuscita della consigliera del M5s al Comune di Terni Patrizia Braghiroli, passata nel gruppo misto a palazzo Spada.
Braghiroli spiega così in una nota la sua decisione: “Esco dal Movimento. Anzi, esco da quello che, un tempo, nel lontano 2012 quando sono entrata come attivista, era un Movimento e che oggi è diventato un partito politico a tutti gli effetti, nonostante in molti neghino ancora oggi il cambiamento”.
E continua: “La decisione è maturata negli ultimi giorni, ma covata già dal mese di agosto durante le ultime vicende nazionali”. “Vicende ripetute - ha aggiunto - anche a livello regionale a causa di scelte imposte da pochi e senza confronto alcuno”. Braghiroli afferma di sentirsi “tradita da tutti e da tutto”, in particolare da “quelle parole usate da altri nella speranza di confondere, ma che hanno un solo significato. 'Contratto' e 'patto civico' non sono altro che alleanze, prendono in giro se stessi e gli elettori”.
“Mi sento tradita - afferma Braghiroli - più che altro dai miei compagni di viaggio, da quelli più stretti, quelli con i quali abbiamo battuto i pugni sui tavoli della sala consigliare per la nostra città e per i nostri diritti di cittadini, per la trasparenza e per il bene comune. Le stesse persone che invece oggi non hanno mosso un dito e tanto meno il proprio pugno. Forse non si sono accorti che nelle lista alleata alle regionali ci sia tutto il vecchio sistema?”.