Lotta fra bande per riappropriarsi del mercato della droga

Dopo l'operazione Gotham altri gruppi che tentano di occupare il posto lasciato libero dalla retata di arresti
Terni

Il mercato della droga è in fase di "ristrutturazione" a Terni. Da gennaio, da quando la città è rimasta a secco dopo l'operazione Gotham, che ha smantellato la banda di 31 spacciatori africani che monopolizzavano lo spaccio tra il parco Ciaurro e piazza Solferino, si è assistito ad una vera e propria corsa contro il tempo per rimettere in piedi il commercio illegale degli stupefacenti.
Come scrive il Messaggero, l'attenzione delle forze di polizia in questi mesi è massima, perché spuntano fuori di continuo altri gruppi che tentano di occupare il posto lasciato libero dalla retata di arresti.
Una lotta impari a caccia di chi vende sballo e morte usando strategie sempre nuove.
E' dei giorni scorsi il sequestro di un chilo di eroina a casa di due pakistani incensurati.
   Tremila dosi destinate alla piazza ternana.
Numeri impressionanti che fanno il paio con le 12mila e 500 siringhe recuperate in quattro mesi dalle squadre specializzate di Asm. Cento chili di siringhe usate gettate in terra dai tossici nei punti più disparati del centro: nei parchi pubblici, nelle zone adibite a parcheggio, lungo le vie e vicino alle scuole.