Provincia di Terni: barriere anti accesso per chi ha febbre da 37,5° in su

La delibera è stata approvata oggi dal Consiglio provinciale
Terni

Saranno sistemate all’ingresso dell’ala Provincia di Terni le barriere in plexiglass per evitare l’ingresso di soggetti con temperatura corporea oltre i 37,5 gradi e per contenere nell’ambito del numero consentito le persone all’interno dell’edificio.

Lo stabilisce una delibera approvata oggi, lunedì 7 dicembre, dal Consiglio provinciale per aumentare i livelli di sicurezza in ragione dell’emergenza covid-19 all’interno della pubblica amministrazione.

Le barriere in plexiglass vanno a completare il sistema di monitoraggio e di filtro già installato dall’amministrazione all’ingresso dell’ala di Palazzo Bazzani che ospita gli uffici dell’ente. Al dispositivo di misurazione della temperatura andrà quindi ad aggiungersi un meccanismo che impedirà l’entrata nel caso in cui al cittadino venga riscontrata un’anomalia riconducibile a sospetta infezione da covid-19. Le barriere fungeranno anche da regolatori del numero totale di persone presenti negli uffici e nei locali della Provincia, impedendo nuovi accessi finché qualcuno non sarà uscito.

Bilancio consolidato

Il Consiglio provinciale ha approvato anche lo schema di bilancio consolidato registrando risorse positive per 257mila e 400 euro, “risultato notevole sotto il profilo economico, patrimoniale e finanziario”, ha commentato il presidente Giampiero Lattanzi che ha anche annunciato la concreta possibilità di approvare entro i primi di gennaio il bilancio di previsione. “In questo modo – ha dichiarato – restituiamo normalità finanziaria alle procedure dell’amministrazione”.