Coronavirus, Casciari dopo la morte del padre: «Avanti con più grinta contro il nemico invisibile»

Il commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera di Terni mantiene alto il suo spirito combattivo.
Terni

Il commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera di Terni, Andrea Casciari, che proprio in questi giorni ha subito la scomparsa del papà 87enne, morto con il Coronavirus, mantiene alto il suo spirito combattivo.
“Massima grinta e ancora più determinazione per combattere questo nemico invisibile”, afferma, mettendo in risalto così la sua forza e determinazione.
Anche la mamma è infatti risultata positiva al Covid-19, mentre lo stesso Casciari che si è sottoposto per ben due volte al tampone ha sempre avuto esito negativo.
“Ci aspettiamo che una quota dei casi positivi già in isolamento domiciliare fiduciario nei prossimi giorni - spiega - necessiterà di ricovero nel nostro ospedale. Ci auguriamo che sia la minore possibile e, soprattutto, che comincino a vedersi i risultati attesi dalle disposizioni restrittive. Questa è una sfida verso un nemico che non conoscevamo e che stiamo imparando a conoscere giorno dopo giorno, ma ritengo che il modello di gestione che è stato adottato dalla Regione Umbria sia solido ed abbia consentito a tutto il sistema sanitario di prepararsi per affrontare con efficacia questa emergenza”.